Stampa 3D Moda

Stampa 3D Moda

Stampa 3D per la moda

Le caratteristiche e le potenzialità della stampa 3D stanno rivoluzionando positivamente alcuni settori come la realizzazione di complementi di arredo e di oggetto per arricchire il design di un contesto residenziale piuttosto che ricambi meccanici per semplificare e velocizzare le riparazioni di qualsiasi veicolo. Tuttavia la stampa 3D può essere adoperata in tanti altri settori con risultati straordinari sia per quanto riguarda la bellezza, per esempio si possono stampare i gioielli, delle forme ottenute sia per la consistenza dei materiali. Nel caso specifico ci sono diverse applicazioni di questo concetto che riguardano il mondo della moda.

La stampa 3D nel mondo della moda

Negli ultimi anni più settori sono stati rivoluzionati dall’arrivo della tecnologia della stampa 3D. Un metodo innovativo per creare oggetti che possono essere utilizzati in tantissimi ambiti, ottenendo un ottimo riscontro sia per quanto riguarda la consistenza dei materiali sia per quanto concerne le forme. Rivolgersi ad una struttura specializzata nel settore come Fama3D significa avere al proprio fianco un interlocutore in grado di garantire un servizio di qualità per quanto riguarda la stampa 3D online per creare oggetti e applicazioni per qualsiasi utilizzo compreso quello della moda. Il settore della moda è da sempre sinonimo di eleganza, forme sinuose e materiali che permettono anche un certo comfort nell’indossare indumenti e capi di abbigliamento. Per arrivare alla realizzazione di un vestito piuttosto che di una semplice t-shirt, è necessario seguire un iter che prevede la fase di progettazione su carta e quindi la realizzazione con l’utilizzo di tessuti adeguati al prezzo con il quale proporre l’articolo sul mercato.

Tutto questo processo di realizzazione oggi è possibile snellirlo e ottimizzarlo con la tecnologia della stampa 3D. Non è un mistero che nell’industria della moda si faccia riferimento a questo genere di supporto non solo per quanto riguarda le proposte più casual e meno costose ma anche per l’alta moda. Il motivo è piuttosto semplice perché gli stilisti vogliono colpire nel segno utilizzando delle soluzioni innovative per enfatizzare il concetto di creatività e tenere basti i costi. I designer hanno potuto apprezzare le potenzialità di questo sistema soprattutto per poter sviluppare e creare delle forme molto complesse ed originali il che significa maggior esclusività.

Si può realizzare qualsiasi genere di capo di abbigliamento e di accessorio da utilizzare per la moda a partire dalle scarpe fino ad arrivare ai vestiti più esclusivi magari da indossare in una serata all’insegna dell’eleganza. Altro aspetto e vantaggio di questa tecnologia è di poter personalizzare l’articolo secondo le richieste del cliente non solo per quanto riguarda il colore ma anche con forme differenti dal progetto iniziale (modifiche). In questo caso non bisognerà rivolgersi ad un sarto piuttosto che modificare la linea di produzione dell’azienda ma semplicemente impostare dei parametri sul pannello di controllo e lasciare che la stampante faccia il suo lavoro. Dunque ci sono tantissime applicazioni della tecnologia di stampa 3D per il settore della moda.

La realizzazione di calzature con stampa 3D

Per chi non conosce le potenzialità e le caratteristiche della stampa 3D, la possibilità di poter realizzare delle scarpe in questo modo sembra essere pura fantascienza mentre, in verità, è già realtà in quanto adottata da un famoso marchio di scarpe anche piuttosto costoso in quanto di lusso. In particolare, l’azienda Annie Foo dopo aver testato la tecnologia 3D ha deciso di investire in tal senso e ha realizzato un perfetto processo di produzione che ne sfrutti al meglio le peculiarità.

Tra i motivi che hanno indotto questa azienda nel prendere in considerazione tali opportunità, c’è la possibilità di utilizzare materiali innovativi che vengono perfettamente abbinati tra di loro per dare sfogo alla creatività artistica. Infatti, la stampa 3D semplifica la realizzazione di queste forme che sono decisamente complesse e articolate.

Tra l’altro, il sistema viene impostato con l’utilizzo di un apposito software di modellazione 3D che consente, per l’appunto, di progettare queste forme complesse per ottenere un aspetto unico nel suo genere. Inoltre, queste calzature sono solide e funzionali al pari di quelle tradizionali perché i materiali sono resistenti e permettono una lunga durata nel tempo. In aggiunta, inserendo le caratteristiche specifiche del piede di una persona è possibile creare una calzatura letteralmente su misura per garantire il massimo comfort e peraltro prevenire anche dei potenziali problemi come la formazione di calli e un malessere che spesso scatena patologie che colpiscono la pianta del piede.

La realizzazione di abiti con la stampa 3D

Ci sono tanti altri giovani designer che hanno voluto stupire i propri clienti e gli appassionati della moda con delle creazioni basate proprio sulla tecnologia di stampa 3D. Ad esempio, possiamo citare la designer olandese Anouk Wipprecht, Ganit Goldstein, Iris van Herpen, Julia Daviy e tanti altri. Ci sono stati degli abiti che hanno letteralmente sorpreso per la tecnologia utilizzata e in particolare un vestito capace di espandersi come una sorta di barriera per tenere lontane delle persone che si avvicinano eccessivamente. Questo progetto è stato curato dalla designer Wipprecht che ha deciso di svilupparlo durante il periodo di massima diffusione del covid con l’intento di creare una linea dalle forme interessanti e soprattutto capace di tenere a distanza di sicurezza le persone per minimizzare il rischio di contagio.

L’abito è stato dotato, per la precisione, di alcuni sensori che individuano la presenza di persone nelle vicinanze e quindi tendono a far creare questa barriera che le tiene lontane. Altri marchi della moda hanno deciso di offrire un servizio ancora più esclusivo ai propri clienti dando l’opportunità di scegliere alcune linee basate su caratteristiche specifiche per poi dare la possibilità anche di personalizzare il prodotto finale sia per quanto concerne i colori sia per quanto riguarda le forme e le dimensioni. In questo modo è un po’ come andare dal sarto e ottenere un abito sartoriale di eccellenza con la sola differenza che il prodotto viene realizzato in tempi realmente ristretti.

La linea di produzione in questo caso prevede anche l’opportunità di scegliere i tessuti e abbinare delle scarpe a loro volta stampate in 3D. In pratica il dispositivo è stato anche abbinato ad uno scanner che, per dimensioni e caratteristiche, è in grado di elaborare una scansione tridimensionale del corpo della persona per poter sviluppare un progetto adeguato alla sua silhouette. In questo modo si ottiene un capo di abbigliamento personalizzato e soprattutto confortevole. Un approccio che potrebbe addirittura eliminare in un futuro prossimo anche la questione delle taglie e delle problematiche di alcune persone che hanno difficoltà nel reperire un capo di abbigliamento adeguato per le proprie caratteristiche fisiche.

Altri esempi di applicazioni della stampa 3D nella moda

Con la stampa 3D si può realizzare qualsiasi genere di capo di abbigliamento e questo è ampiamente dimostrato dalle più importanti case del settore. Sono stati realizzati progetti esclusivi che prevedono capi da sogno capaci di creare un effetto scenografico davvero unico e irripetibile. Si pensi, ad esempio, all’abito di Iris van Herpen che si sviluppa su una base color carnagione e una serie di foglie che simulano alcune piante che si trovano in natura. L’effetto è davvero straordinario anche perché l’abito risulta comodo da indossare e per nulla eccessivo. Ci sono tanti altri capi di abbigliamento che possono essere realizzati per enfatizzare il concetto di stile casual oppure per proporre delle forme più esclusive con contrasti di colore che garantiscono un effetto davvero impareggiabile.

Ci sono designer che hanno sviluppato un abito che in tutto e per tutto simula una rosa anche con la possibilità di inserire ed eliminare i petali per poter avere un abito più elegante piuttosto che uno più sexy, partendo dallo stesso capo. Per quanto riguarda il settore degli accessori ci sono tante aziende, alcune anche italiane, che hanno sfruttato questa opportunità per creare delle bellissime cravatte stampate in 3D in diverse tonalità e capaci di ricreare forme esclusive e adeguate per le esigenze di chi vuole essere elegante e casual. Tra gli altri accessori realizzati spiccano copricapo sempre più avvolgenti in grado di seguire perfettamente le forme anatomiche della testa e senza dimenticare le borse stampate.

Proprio il settore degli accessori è quello che ne sta beneficiando di più di questa opportunità perché il designer può superare delle problematiche che prima venivano imposte dai metodi di realizzazione. Si parla di accessori e il è riferimento e anche agli occhiali le cui montature possono essere sviluppate in pochissimo tempo per creare delle forme più tondeggianti piuttosto che lineari e vintage.

Tanti progetti vincenti

Negli ultimi anni diverse aziende che operano nel settore della moda hanno deciso di investire in maniera decisa sullo sviluppo delle tecnologie della stampa 3D per le applicazioni in questo ambito. Infatti, sono stati lanciati diversi progetti che hanno visto la collaborazione tra enti universitari, laboratori di ricerca di stampa 3D e marchi innovativi che vogliono sorprendere il mercato con prodotti al passo coi tempi.

Non c’è dubbio che la stampa 3D offra dei vantaggi straordinari non solo per quanto riguarda la creazione di oggetti dalle forme complesse ma anche per diversi altri aspetti. Infatti, con questo genere di processo si semplifica tutta l’attività di progettazione e di realizzazione del capo di abbigliamento con eventuali accessori. Il progettista può avere un’idea di massima sulle forme e sulle caratteristiche della linea di capi da immettere sul mercato ma al resto ci penserà completamente un apposito software che consente di elaborare prodotti di qualità. Con un classico personal computer, il designer potrà seguire il progetto e sviluppare il prodotto secondo le proprie idee, ottimizzando le forme e soprattutto le tempistiche che porteranno al prodotto finale. Molti amministratori delegati di aziende che operano nel settore della moda hanno poi sottolineato ulteriori vantaggi che questa tecnica permette soprattutto in tema di sostenibilità. In pratica, viste le tempistiche con cui si può realizzare il capo di abbigliamento, le aziende possono pensare di produrre esclusivamente i pezzi nelle quantità necessarie evitando di superare abbondantemente le quantità che effettivamente poi verranno smaltite sul mercato.

Questo significa tenere sotto controllo i costi di un’azienda e anche non sprecare materiali che potrebbero poi essere utilizzati per altre esigenze. Questo fa sì che ci siano anche dei vantaggi per il consumatore finale in quanto le aziende che riescono a ottimizzare la fase realizzativa, per quanto concerne i costi relativi all’uso dei tessuti, propongono un prezzo più basso e competitivo nonostante la qualità non venga minimamente scalfita. Il consumatore può avere così a disposizione un capo di abbigliamento esclusivo realizzato sulle sue caratteristiche fisiche e su eventuali accorgimenti per avere una vestibilità che segue maggiormente la silhouette del corpo.

Conclusioni sull’utilizzo della stampa 3D nel settore della moda

Sfruttare e utilizzare al meglio la stampa 3D per il settore della moda garantisce indubbi vantaggi e benefici sia per l’azienda sia per il consumatore finale. Si ottimizzano i costi e c’è una completa assenza di scarti di materiale come invece avviene nel mondo della sartoria. Inoltre, c’è un deciso progetto votato alla sostenibilità il che favorisce anche il cliente finale. La tecnologia di stampa 3D permette di sviluppare in fase di progetto e di realizzazione un articolo dalle forme più complesse mantenendo alta la qualità dei materiali e il comfort. Si può pensare di creare un servizio personalizzato con la massima evoluzione possibile, attraverso l’utilizzo di un apposito sensore in grado di scannerizzare il corpo della persona per poter scegliere le forme e soprattutto le dimensioni più adatte e garantire un abito confortevole ed elegante.

Inoltre, con l’utilizzo di materiali innovativi che vengono polverizzati per poi essere utilizzati dalla stampante, si evita di utilizzare materiali di origine animali come pelli e non solo. Infatti, attualmente si usano dei materiali particolarmente interessanti di derivazione vegetale che arrivano peraltro dagli scarti di lavorazione in tantissimi settori come quello agricolo. Con questi materiali innovativi si possono realizzare non solo capi di abbigliamento ma anche tanti altri accessori che peraltro offrono una sensazione tattile incredibile oltre che olfattiva. Insomma gli sviluppi di questa tecnologia sono davvero tanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + venti =

PREVENTIVO

Chiedi subito il tuo preventivo:

Preventivo BusinessPreventivo Privati

CONTATTACI